un) I requisiti di etichettatura normative alimentari sulla lista degli ingredienti, la data di scadenza e le indicazioni nutrizionali sono regole di comportamento di mercato ai sensi del § 4 No.. 11 UWG.
b) I principi in materia di libera circolazione delle merci per tipo. 34 TFUE non ostano all'applicazione di una normativa nazionale in materia di etichettatura dei prodotti alimentari, ci impongono di utilizzare uno specifico linguaggio di-, se invece è possibile anche, per usare un facile comprensione in lingua.
c) La Nota “Preferibilmente entro fine: Vedere il pacchetto” non soddisfano i requisiti, che prevede la normativa sull'etichettatura dei prodotti alimentari a citare la data di durata minima.
d) I principi in opposizione del titolare del marchio nella maniera. 13 Abs. 2 RMC contro la nuova distribuzione di farmaci etichettati non sono trasferibili senza restrizione alla rietichettatura di altri prodotti. Non è richiesta l'importatore parallelo di tali prodotti, per l'invio di un campione del prodotto rietichettato e trasmetterla al produttore-, che ha fatto la rietichettatura.

SENTENZA BGH I ZR 72/11 da 22. Novembre 2012 – Barilla

AEUV Art. 34; GMV Art. 9 Abs. 1 Frase 2 Di sicuro. un, Arte. 13 Abs. 2; UWG § 4 No.. 11; LMKV § 3 Abs. 1 No.. 3 e 4 e Abs. 3, § 7 Abs. 2; NKV § 5 Abs. 7; LFGB § 53 Abs. 1 Frase 1, § 54 Abs. 1 Frase 1 No.. 1 e insieme 2 No.. 2

un) I requisiti di etichettatura normative alimentari sulla lista degli ingredienti, la data di scadenza e le indicazioni nutrizionali sono regole di comportamento di mercato ai sensi del § 4 No.. 11 UWG.
b) I principi in materia di libera circolazione delle merci per tipo. 34 TFUE non ostano all'applicazione di una normativa nazionale in materia di etichettatura dei prodotti alimentari, ci impongono di utilizzare uno specifico linguaggio di-, se invece è possibile anche, per usare un facile comprensione in lingua.
c) La Nota “Preferibilmente entro fine: Vedere il pacchetto” non soddisfano i requisiti, che prevede la normativa sull'etichettatura dei prodotti alimentari a citare la data di durata minima.
d) I principi in opposizione del titolare del marchio nella maniera. 13 Abs. 2 RMC contro la nuova distribuzione di farmaci etichettati non sono trasferibili senza restrizione alla rietichettatura di altri prodotti. Non è richiesta l'importatore parallelo di tali prodotti, per l'invio di un campione del prodotto rietichettato e trasmetterla al produttore-, che ha fatto la rietichettatura.
BGH, Sentenza 22. Novembre 2012 – I ZR 72/11 – OLG Düsseldorf
LG Düsseldorf
– 2 –
Il I. Sezione civile del Tribunale federale del l'audizione 22. Novembre 2012 dal giudice presidente Prof. Dr. Bornkamm e giudici Prof. Dr. Büscher, Prof.. Dr. Schaffert, Dr. Kirchhoff e il dottor. Loeffler
con la presente:
In sede di appello della convenuta è la sentenza del 20. Sezione civile del Tribunale di Düsseldorf 5. Aprile 2011 Per abrogata ai sensi-rigetto del ricorso per cassazione in materia di spesa e, come appello dell'imputato contro la condanna sotto l'azione richiesta per II 2 e – per quanto riguarda il divieto di una mancanza di comunicazione di un modello di imballaggio dipende dalla domanda del richiedente – dopo il contributo Klagean al II 3 e azioni relative a queste applicazioni viene respinto le richieste al III e IV.
Il campo di applicazione della rinuncia in appello dell'imputato, la sentenza della 7. Sezione della Corte Regionale di Düsseldorf Commerciale 29. Luglio 2010 modificata.
L'applicazione è nell'ambito di applicazione della deroga e le applicazioni alla II 6 e 7 e ha respinto le applicazioni ad esso connesse alla III al V.
Delle spese del procedimento, la ricorrente sostiene 3/10 e il convenuto 7/10.
Per i diritti
– 3 –
Fatti:
Il richiedente, una società residente italiana, produce pasta e Nu-delsoßen. E 'il titolare del 3. Gennaio 2007 per “Pasta” e “Sau-CEN (Condimenti)” colorata marchio comunitario figurativo registrati Nessuna. 3208758:
L'imputato, una società con sede in Germania, coinvolge tutti i tipi di beni, che vende ai mercati speciali. La sua gamma comprende prodotti alimentari.
On 24. Ottobre 2008 offerto la pasta convenuto e sughi per la pasta al ricorrente di, destinato per il mercato italiano e il loro confezionamento sono state stampate con informazioni in italiano. Tra queste, in seguito denominato riprodotto l'elenco degli ingredienti, i dettagli della data minima di-prima e una tabella con le informazioni nutrizionali:
Anlage K 1a
Anlage N 1b
1
2
3
– 4 –
Anlage N 2b
Anlage N 4b
Sulle confezioni l'imputato aveva montato in ogni caso ad un grande etichette misura, Notare che l'
Pasta
Semola di grano duro
Ingredienti: Semola di grano duro
Periodo di validità
fine: Vedere il pacchetto.
conteneva e erano come incollati visto dalle seguenti figure:
4
– 5 –
Anlage K 2a
Anlage K 3
Anlage K 5
Anlage K 6
Anlage K 7
Anlage K 8
– 6 –
Un altro, etichetta successivamente riprodotta con informazioni su ingredienti e un riferimento alla data di scadenza era il seguente incollati:
Anlage K 4a
Le etichette erano parzialmente sbagliato e parzialmente attaccati a testa in giù sui pacchetti. Alcune delle etichette apposte sulle confezioni anche coperti in tutto o in parte, il marchio della ricorrente. Una nota al convenuto, che avevano le etichette possono attaccare, mancava. L'imputato, inoltre, non avrebbe informato la ricorrente della domanda di marchio.
Il richiedente ha sostenuto, l'imputato ha venduto senza etichette di confezionamento e adesivo. Il richiedente ha inoltre presentato, il convenuto venire con la vendita dei prodotti incriminati alle normative tedesche in materia di etichettatura alimentare e non violare i diritti della loro marchio comunità.
Il richiedente ha chiesto, condannare il convenuto a pena di ordine in avanti, ad astenersi,
5
6
7
8
– 7 –
Io. Per applicare beni pasta e / o sughi per la pasta nella Repubblica federale di Germania e / o l'immissione sul mercato, di disporre di particolari e / o distribuire,
1. sono attaccati al loro confezionamento esclusivamente in lingua italiana le seguenti informazioni:
– L'elenco degli ingredienti del cibo e la sua notifica (Anlage N 1b) e / o
– il riferimento alla data di scadenza (Anlage K 1a, b) e / o
– una tabella con le informazioni nutrizionali (Anlage K 1a, K 2b, K 4b) e / o
2. sulla confezione della specifica “Preferibilmente entro fine: Vedere il pacchetto” fatto, per puntare senza di essa, in quale settore specifico della confezione, questo dato si riferisce (Anlage K 2a, K 3, K 5, K 6, K 7, K 8);
II. Beni di pasta e / o sughi per la pasta con il marchio “Barilla” applicare nella Repubblica federale di Germania e / o l'immissione sul mercato, di disporre di particolari e / o distribuire,
1. sul loro imballaggio sbagliati autoadesivi incollati (d.h. Etichetta, de-zione lati non paralleli al lato opposto di imballaggio e / o caratteri o immagini in relazione a, che sono stampati sulla confezione, essere a testa in giù) (Anlage K 3, K 5, K 6, K 7, K 8) e / o la confezione della sovrapposizione (Anlage K 4a, K 5) e / o il segno di “Barilla” e / o il prodotto a denominazione Pro (parzialmente e / o totalmente) mascheramento adesivo-over (Anlage K 2a, K 3, K 8) sono attaccati, e / o
2. sono montati sull'etichetta della confezione, senza indicare sull'etichetta e / o imballaggio, che (che com-società) l'adesivo è attaccato (Anlage K 2a, K 3, K 4a, K 5, K 6, K 7, K 8) e / o
3. sul loro imballaggio (Anlage K 2a, K 3, K 4a, K 5, K 6, K 7, K 8) Sono sull'adesivo attaccato con le informazioni sull'etichettatura nutrizionale e / o telkennzeichnung cibo, in particolare, l'elenco degli ingredienti del prodotto alimentare e la notifica di ciò e / o le informative sia la quantità di un ingrediente utilizzato nella preparazione del cibo e / o in funzione della data di scadenza, senza che il convenuto, il ricorrente ha stato preventivamente informato e deve fornire un modello di imballaggio corrispondente;
4. alternativa, nel caso, che le proposte contenute nella II 1 e 2 non saranno accettate, ...
5. alternativa, nel caso, che l'applicazione della sezione II 3 non saranno accettate,
sul loro imballaggio (Anlage K 2a, K 3, K 4a, K 5, K 6, K 7, K 8) Sul adesivo con informazioni sull'etichettatura nutrizionale e / o cibo-
– 8 –
telkennzeichnung sono allegati, in particolare, l'elenco degli ingredienti del prodotto alimentare e la notifica di ciò e / o le informative sia la quantità di un ingrediente utilizzato nella preparazione del cibo e / o in funzione della data di scadenza, senza che il convenuto, il ricorrente ha stato preventivamente informato;
6. alternativa, nel caso in cui la domanda di sezione II 2 non saranno accettate,
sul loro imballaggio (Anlage K 2a, K 3, K 4a, K 5, K 6, K 7, K 8) Sono sull'adesivo attaccato con le informazioni sull'etichettatura nutrizionale e / o telkennzeichnung cibo, in particolare, l'elenco degli ingredienti del prodotto alimentare e la notifica di ciò e / o le informative sia la quantità di un ingrediente utilizzato nella preparazione del cibo e / o in funzione della data di scadenza, per puntare senza da-up, che (quale società) l'adesivo è stato montato e senza che l'imputato abbia precedentemente impostato il richiedente stesso e ha inviato un campione del prodotto;
7. alternativa, nel caso, che l'applicazione della sezione II 2 e 3 non dato luogo-è,
sul loro imballaggio (Anlage K 2a, K 3, K 4a, K 5, K 6, K 7, K 8) Sono sull'adesivo attaccato con le informazioni sull'etichettatura nutrizionale e / o telkennzeichnung cibo, in particolare, l'elenco degli ingredienti del prodotto alimentare e la notifica di ciò e / o le informative sia la quantità di un ingrediente utilizzato nella preparazione del cibo e / o in funzione della data di scadenza, per puntare senza da-up, che (quale società) l'adesivo è stato montato e senza che il convenuto abbia preventivamente fissato al richiedente del presente documento;
(seguito dalla foto Allegato K 1 K bus 8).
L'attore, il convenuto anche tutto basato sul omissione sungsanträge II e per gli atti di cui a tale di informazioni circa il trattamento (Richiesta di azione a III) e determinazione del danno (Contributo Klagean a IV), l'alternativa, una dichiarazione che l'obbligo di restituire senza la base giuridica Guadagnato (Applicazione Azione a V) avvalsa.
Il tribunale distrettuale ha respinto il ricorso principalmente considerata giustificata e la convenuta, tranne per le Applicazioni omissione I 1 2. Rientro e mi 2 destinato al fallimento e di informazione, e ha stabilito che la responsabilità del convenuto per i danni in ragione della. Quando richiesta di ingiunzione di II 3 la corte distrettuale ha limitato il divieto di andare, che la trasmissione del
9
10
– 9 –
Imballaggio modello di un corrispondente richiesta del ricorrente-dipendente (LG Düsseldorf, Sentenza 29. Luglio 2010 37 Il 9/09, juris). Diretto contro l'appello degli imputati non ha avuto successo. Sul collegamento del ricorso, la Corte d'appello ricorrente ha anche condannato l'imputato in quanto secondo l'applicazione, come l'azione del tribunale distrettuale con i contratti Klagean a I 1 2. Rientro e mi 2 respinto (OLG Düsseldorf, WRP 2011, 1361).
Con la revisione approvato dal Senato, il loro rifiuto, la ricorrente chiede, perseguendo la sua mozione per respingere, l'imputato ulteriormente.
Motivi:
La. Questa Corte ha adottato, il richiedente si trovava il provvedimento ingiuntivo per implorai con il petitum ai sensi del § 8 Abs. 1, §§ 3, 4 No.. 11 UWG per violazione delle norme alimentari e di requisiti di etichettatura con il rilievo ha cercato di II 1 a 3 ver-ban seguito dal tipo. 102 Abs. 1 in combinato disposto con l'articolo. 9 Abs. 1 Frase 2 Di sicuro. un, Arte. 13 RMC. Per questo ha eseguito:
Tre delle confezioni vendute dalla convenuta avrebbe avuto solo l'informativa in italiano. La convenuta non ha rispettato § 3 Abs. 1 No.. 3 e 4, Abs. 3 le norme sull'etichettatura dei prodotti alimentari (LMKV) oltraggiare. Le confezioni non hanno informazioni sugli ingredienti e la data di durata minima dei prodotti in tedesco o in un'altra lingua facilmente compresa dai esposto domestico. La distribuzione dei prodotti in confezioni con indicazioni nutrizionali esclusivamente in lingua ita-liano viola § 5 Abs. 7 Frase 1 e 2 la regolamentazione dell'etichettatura nutrizionale (LMKV). Il pacchetto è sugli adesivi-
11
12
13
– 10 –
fatto riferimento alla data di scadenza non soddisfa i requisiti di cui al § 7 Abs. 2 LMKV.
Con il provvedimento richiesto al II 1 a 3 Unterlassungsansprü-zione ambita sono giustificati a causa di violazione della domanda di marchio comunitario. Ciò potrebbe favorire la commercializzazione del prodotto commercializzato da esso nello Spazio economico europeo, dal convenuto con etichette versehe-zione di prodotti per tipo. 13 Abs. 2 Opporsi RMC. A tal riguardo, i principi, stabilito dalla Corte di giustizia dell'Unione europea di riconfezionare medicinali lelimportierter paral-, applicano, mutatis mutandis,. Di questi principi, la convenuta aveva violato. Le etichette apposte erano en-non portano il nome del convenuto e attaccato disordinato. L'imputato non avrebbe informato la ricorrente di riconfezionamento.
B. Questa valutazione, la revisione legale revisione non era a tutti gli effetti. La revisione è rivolto senza successo, contro la condanna-zione del provvedimento richiesto dal convenuto a I 1 e 2 ed i contratti Klagean a II 1 e nella misura in cui dipende la messa al bando, che il ricorrente non è informato del sequestro dell'etichetta II 3 e l'azione ad esse applicabili relazionalità proprie applicazioni alla III e IV informazione e di ammissione di responsabilità per danni. Tuttavia, si porta al rigetto del ricorso con il provvedimento richiesto al II 2 e per quanto riguarda il divieto di una mancanza di comunicazione di un pattern di imballaggio dipende II 3 e le richieste di ausiliari per il II 6 e 7 e di tutte le applicazioni relative all'allegato III alla V.
Io. La revisione è rivolto senza successo contro l'adozione della Corte d'appello, il richiedente stava con il provvedimento richiesto a I 1 e 2 DBSI ingiuntivo sollievo ai sensi del § 8 Abs. 1, §§ 3, 4 No.. 11 UWG in combinato disposto con § 3 Abs. 1 No.. 3 e 4, Abs. 3 Set 1 e 2, § 7 Abs. 2 LMKV und § 5 Abs. 7 NAB a.
14
15
16
– 11 –
1. Il richiedente ha il ingiuntivo sollievo per il sollievo ricercato per I 1 e 2 sulla distribuzione dei pacchetti di noodle sulla 24. Ottobre 2008 ge-base. Il tempo per il comportamento denunciato dalla legge gel-border ricorrente contro la concorrenza sleale di 3. Luglio 2004 (Gazzetta. Io, S. 1414) è la fine 2008 stato cambiato. L'attuazione della direttiva 2005/29/CE sulle pratiche commerciali sleali che servono emendamento non è rilevante per la controversia, perché la direttiva non pregiudica l'Unione e gli Stati membri in relazione al Gesundheitsund aspetti di sicurezza dei prodotti interessati (Arte. 3 Abs. 3 della direttiva 2005/29/CE). Pertanto, ai sensi della direttiva, l'applicazione del § 4 No.. 11 Disposizioni dell'UWG ammessi, disciplinare gli aspetti di sicurezza Gesundheitsund di prodotti in modo coerente con il diritto dell'Unione europea. Questo è per quanto riguarda le disposizioni del § 3 Abs. 1 No.. 3 e 4, Abs. 3 Set 1 e 2 e § 7 Abs. 2 LMKV e § 5 Abs. 7 NKV to Fall. Le disposizioni del regolamento sull'etichettatura dei prodotti alimentari e le disposizioni in materia di etichettatura nutrizionale impostati zen-tipo. 3 Abs. 1 No.. 2 e 5, Arte. 9 e tipo. 16 Abs. 1 Direttiva 2000/13/CE, relativa al ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri concernenti l'etichettatura e la presentazione dei prodotti alimentari, nonché tipo di. 2 Abs. 2, Arte. 4 e tipo. 7 Abs. 2 Direttiva 90/496/CEE relativa all'etichettatura nutrizionale dei prodotti alimentari per.
2. La Corte d'appello ha giustamente diritto di, che le tagliatelle convenute e salse in imballaggi con una lista di ingredienti (Ordine ha cercato di I 1 1. Trattino), una data di scadenza (Klage-Antrag ti ho 1 2. Trattino) e una tabella di nutrizione infor- (Ordine ha cercato di I 1 3. Trattino) ha venduto esclusivamente in lingua italiana. Ciò deriva dal non contestato dai convenuti risultato della condotta dal tribunale distrettuale di inchiesta, che ha posto la Corte d'appello ha basato la sua decisione. Dopo il recente domestico
17
18
– 12 –
Le vendite di pasta e salse in confezioni, dove trovare le informazioni di cui trattasi esistenti esclusivamente in lingua italiana, l'imputato ha agito ingiustamente ai sensi del § § 3, 4 No.. 11 UWG.
un) I requisiti di etichettatura della legislazione alimentare (§ 3 Abs. 1 No.. 3 e 4, Abs. 3 Set 1 e 2, § 7 Abs. 2 LMKV, § 5 Abs. 7 NAB) sono regole di comportamento di mercato ai sensi del § 4 No.. 11 UWG. Servono l'in-formazione e l'educazione dei consumatori circa ernährungsund aspetti relativi alla salute degli alimenti (VGL. Köhler in Köhler / Bornkamm, UWG, 31. Ed, § 4 Rn. 11.124 e 11.129; in. Jagow in Harte / Henning, UWG, 2. Ed, § 4 No.. 11 Rn. 102 f.; MünchKomm.UWG / Schaffert, § 4 No.. 11 Rn. 194).
b) Questa Corte ha adottato, il convenuto ha violato § 3 Abs. 1 No.. 3 e Abs. 3, §§ 5, 6 LMKV violare, by've portato pacchi di pasta sul mercato, dove era stato dato l'elenco degli ingredienti esclusivamente in lingua ita-lienischer. Resiste il legale Nachprü-ha aggiunto.
aa) In § 3 Abs. 1 No.. 3 LMKV possono essere commercializzati prodotti alimentari preconfezionati in commercio sul mercato, Se l'elenco degli ingredienti a secondo § § 5, 6 LMKV indicato. L'informazione ai sensi del § 3 Abs. 3 Set 1 e 2 LMKV sulla confezione o con l'etichetta affiliata in un luogo ben visibile, facilmente comprensibili, in modo chiaro e indelebile in tedesco o in un'altra lingua facilmente comprensibile, dalla informazione dei consumatori non è compromessa, da apporre.
bb) Contro tale obbligo di etichettatura, il convenuto ha violato alcun errore di diritto da parte le constatazioni del giudice. Sui pacchetti può essere trovato per quanto riguarda gli ingredienti solo in italiano-
19
20
21
22
– 13 –
gua terrà informazioni “Pasta di semola di grano duro”. Questo imballaggio è il consumatore medio nazionale scritta non com-prendere, perché egli non ha la necessaria conoscenza della lingua italiana.
c) La Corte d'appello anche giustamente ritenuto, che il convenuto contrariamente a § 3 Abs. 1 No.. 4 e Abs. 3, § 7 Abs. 2 Frase 1 LMKV ha la data di scadenza indicata sulle confezioni di pasta solo in italiano. In § 7 Abs. 2 Frase 1 Ist LMKV – soggetto al § 7 Abs. 3 LMKV – la data di scadenza in chiaro con le parole “stabile almeno fino al ...” indicando il giorno, Indicare il mese e l'anno in questo ordine-ge. Le informazioni devono soddisfare i requisiti di cui al § 3 Abs. 3 Incontra LMKV. Questo non è il caso con esclusivamente in italiano zione detenuta come informazione. Il consumatore medio nazionale non trascurare il particolare di grandi dimensioni e ben visibile inappropriato Data. Ma dopo l'errore di diritto fatti accertamenti del giudice non riconoscerà, che è la data di scadenza.
d) La Corte d'Appello assume inoltre errore di diritto che, dass Beklagte gegen § 4 Abs. 1, § 5 Abs. 7 NAB ha fallito, rendendo chiare tagliatella confezioni di informazioni nutrizionali in italiano solo sul mercato.
aa) In § 4 Abs. 1 Produttori NAB di alimenti, è in linea di principio libero, se le indicazioni nutrizionali per i loro prodotti utilizzano il. Ma che optino per tale etichettatura, sono impegnati a etichettatura nutrizionale in conformità del regolamento di etichettatura nutrizionale. Compresa, se § 5 Abs. 7 NAB, che l'etichettatura nutrizionale sia in tedesco o in un altro per il consumatore-
23
24
25
– 14 –
cher linguaggio facilmente comprensibile è collegato. Questo corrisponde anche le richieste sulla rappresentazione linguistica dei requisiti di etichettatura nutrizionale di tipo. 2 Abs. 2, Arte. 4 e tipo. 7 Abs. 2 Direttiva 90/496/CEE (VGL. Rathke e Zipfel / Rathke, Diritto alimentare, C 118, 129. LFG. Luglio 2007, Vorbem. Coordinamento Nazionale Comitato Rn. 17 f., § 4 Coordinamento Nazionale Comitato Rn. 5 ff.). Inoltre, il tipo. 5 Abs. 2 Regolamento (EG) 1924/2006 nährwertund sulle affermazioni relative alla salute sugli alimenti, l'uso di indicazioni nutrizionali consentito solo, ci si può aspettare se il consumatore medio, egli che l'effetto benefico, come espressa nella, capisce. Il contenuto del corso è la comprensione linguistica del valore nutritivo sostiene avanti.
bb) Successivamente, l'imputato è stato richiesto nella distribuzione di cibo a causa, le disposizioni del § 5 Abs. 7 Da notare NAB.
La revisione si è dichiarato senza successo, con le informa-zioni di volontariato, ai quali le indicazioni nutrizionali sono tenuti a, potrebbe rimanere nella lingua del paese di origine.
La Corte d'Appello aveva ragione di considerarli, il consumatore riconoscerà le dichiarazioni contenute nelle tabelle di indicazioni nutrizionali, anche se sono stati tenuti in italiano. Questo segue quello che il tribunale di prima istanza è già stato chiuso fuori delle informazioni contenute nelle tabelle “kcal” e “kJ”, riconosce che il consumatore medio come abbreviazioni comuni di chilocalorie e kilojoule in relazione alla designazione del valore energetico degli alimenti. Th i pacchetti di contenuti, ma le informazioni nutrizionali visibile, è la scelta della legge, fornire tali informazioni, Stato fatto uso. In questo caso, l'informazione deve in § 5 Abs. 7 Requisiti NAB forniti ge-NuGen. Questo non è il caso qui. Il Durchschnittsverbrau domestico-
26
27
28
– 15 –
cher riconosce l'importanza delle parole italiane “grassi” (Grasso), “acidi grassi saturi” (acidi grassi saturi) e “fibra alimentare” (Fibra) non. Le indicazioni nutrizionali non sono poi in un'altra lingua facilmente comprensibile nel senso del § 5 Abs. 7 Frase 2 Held NAB.
e) L'applicazione del § 3 Abs. 1 No.. 3 e Abs. 3, § 7 Abs. 2 LMKV und § 4 Abs. 1, § 5 Abs. 7 NAB detiene nel caso di specie il rischio, che il commercio tra gli Stati membri, in violazione dell'articolo. 34 TFUE è limitata. I principi relativi alla libera circolazione delle merci può essere – altro come Meint Re-vision – riferirsi non consentire l'imputato, Per portare le merci senza la prescritta sulla base della legislazione secondaria per l'etichettatura mercato interno dell'Unione europea, Se questo marchio non è almeno in una lingua facilmente compresa dal consumatore avviene. I principi della libera circolazione delle merci per tipo. 34 TFUE osta all'applicazione di una normativa nazionale in materia di etichettatura dei prodotti alimentari, l'uso di una lingua determinata per l'etichettatura prescrive Ben, non ostano, se invece apre la possibilità, utilizzando un linguaggio di facile comprensione (VGL. Corte di giustizia europea, Sentenza 18. Giugno 1991 C369/89, SLG. 1991, I2971 = EuZW 1992, 701 Rn. 16 Piageme; Sentenza 12. Settembre 2000 C366/98, SLG. 2000, GRUR I6579 = Int. 2001, 55 Rn. 24 a 28 Geffroy und Casino France; VGL. Rathke anche in punta / Rathke, ibid C 110, 145. LFG. Luglio 2011, § 3 LMKV Rn. 45 ff.).
f) Ha sostenuto, senza successo, che la revisione, § sul 4 No.. 11 UWG, in collaborazione con i requisiti della normativa in materia di etichettatura alimentare e delle norme in materia di etichettatura nutrizionale a base di ingiuntivi diritti di soccorso sono § 54 Abs. 1 Frase 1 No.. 1 LFGB contatore. Che non può essere sintonizzato per-. La disposizione non si applica in caso di controversia.
29
30
– 16 –
aa) In § 53 Abs. 1 Frase 1 LFGB, prodotti, non applicabile nei regolamenti interni della Food- e Feed-Buchs, conformità con le disposizioni emanate ai sensi della presente legge e delle misure direttamente applicabili della Comunità europea o l'Unione europea nell'ambito di applicazione della presente legge, non può essere importato nel paese. In § 54 Abs. 1 Frase 1 No.. 1 LFGB sia cibo, che sono legalmente fabbricati in un altro Stato membro dell'Unione europea o legalmente immessi sul mercato, in deviazione dal § 53 Abs. 1 Frase 1 LFGB essere spesi nell'entroterra e portato qui nel traffico, anche se essi non sono conformi con la Repubblica federale di Germania normative vigenti per il cibo.
bb) Aus § 54 Abs. 1 Frase 2 No.. 2 Risultati LFGB, che le disposizioni del § 54 Abs. 1 Frase 1 No.. 1 LFGB non è applicabile in caso di controversia. § nervo dorato fatto 54 Abs. 1 Frase 1 No.. 1 LFGB non si applica ai prodotti, l'altro al fine di § 1 Abs. 1 No.. 1 LFGB, anche in collegamento con § 1 Abs. 3 LFGB, non corrispon-dente adotta la legislazione. Questi includono la legislazione, per garantire la tutela dei consumatori di prodotti alimentari, evitando pericoli per la salute umana o per scongiurare tali pericoli (VGL. Rathke in Zipfel / Rathke Aao C 102, 140. LFG. Marzo 2010, § 54 LFGB Rn. 28 f.). A tal fine, contano le norme in materia di etichettatura alimentare e nutrizionale regolamento sull'etichettatura (VGL. Wehlau, LFGB, 2010, § 54 Rn. 12). Questo segue dalla coerente interpretazione necessaria § 54 Abs. 1 Frase 2 No.. 2 LFGB. Entrambi § § 3 ff. LMKV e § § 4, 5 NAB nell'attuazione del diritto dell'Unione, cioè la direttiva 2000/13/CE e la direttiva 90/469/EWG. Queste linee guida prima di (Arte. 16 Abs. 1 la direttiva 2000/13/CE e Arte. 7 Abs. 2 Direttiva 90/469/EWG), che le informazioni sono scritte in una lingua facilmente compresa dal consumatore. Lo stesso vale per digitare. 9 Abs. 1 in combinato disposto con l'articolo. 15 Abs. 1 dal
31
32
– 17 –
13. Dicembre 2014 normativa esistente (UE) No.. 1169/2011 concerne l'informazione dei consumatori.
g) La revisione fa senza successo, ha sostenuto, constatata dalla Corte di Appello di violazioni § 3 Abs. 1 No.. 3 e 4, Abs. 3, § 7 Abs. 2 LMKV und § 5 Abs. 7 NAB mancava la rilevanza concorrenziale ai sensi del § 3 Abs. 1 Legge sulla concorrenza sleale e § 3 UWG 2004.
La Corte d'appello ha giustamente diritto di, che le infrazioni sono adatti, gli interessi dei consumatori sentivano ai sensi del § 3 Abs. 1 Che interessano LCSI. Essi non sono solo trascurabile ai sensi del § 3 UWG 2004. Quanto riguarda la commercializzazione dei tre detenuti esclusivamente in confezioni italiano la corte d'appello ha trovato, che questi pacchetti sono stati solo il risultato di un campione. Il numero di violazioni della Kennzeichnungsverord-zione alimentare e la regolamentazione etichettatura nutrizionale è quindi leggermente, che potevano essere ignorati (VGL. BGH, Sentenza 20. Novembre 2008 I ZR 122/06, Grano 2009, 788 Rn. 24 = WRP 2009, 951 20% su tutto). Il fatto della mancanza di etichettatura supplementare su tre pacchetti di esempio mostra comunque, che la convenuta non ha dato garanzie sufficienti contro, che ha fornito con imballo realizzato esclusivamente in beni italiani in vendita ge-raggiunto. Inoltre, è tra le informazioni mancanti o non comprensibili sulla nutrizione- e aspetti sanitari di cibo a informazioni essenziali, relative alla comunicazione commerciale e non devono essere negate da th ai consumatori secondo le linee guida di legge dell'Unione Europea. Se tali informazioni non è dato, -E 'il requisito di apprezzabile in base al § 3 Abs. 1 UWG o. la rilevanza del § 3 UWG 2004 soddisfa (VGL. BGH, Sentenza 4. Febbraio 2010 I ZR 66/09, Grano 2010, 852 Rn. 21 = WRP 2010, 1143 Gallardo Spyder).
33
34
– 18 –
3. La Corte d'appello ha giustamente diritto di, All'uscita “Preferibilmente entro fine: Consultare il pacchetto ...” su su istigazione delle etichette convenute attaccati non ai requisiti alla data di scadenza ai sensi del § 3 Abs. 1 No.. 4, Abs. 3 Frase 1 e 2, § 7 Abs. 2 LMKV sufficiente (Ordine ha cercato di I 2). Le informazioni sulle etichette non è sufficiente, poiché un riferimento alla posizione specifica mancante, il che trova la data minima di-prima. Il riferimento non specifico per l'intero pacchetto non soddisfa § 7 Abs. 2 Frase 2 LMKV.
II. La Corte d'appello ha giustamente diritto di, che l'ordine ha cercato di II 1 affermazione ingiuntivo è giustificata. Lo stesso vale per l'azione di cessare e desistere richiesta al II 3, si spegne se il divieto di un fallimento di informare il richiedente. L'adozione della Corte d'appello, il richiedente si trovava per il loro marchio comunitario di là provvedimenti inibitori richiesti per il II 2 II e 3 a, D'altra parte, non resiste al controllo giuridico.
1. La Corte d'appello si presume, sviluppato per il riconfezionamento dei principi farmaceutici sono applicabili al riconfezionamento di prodotti alimentari anche. I legittimi interessi del titolare del marchio sarebbero pregiudicati da, che sono danneggiati dal etichettatura della condizione originaria del prodotto e la reputazione del marchio e del suo titolare. Già attaccare un adesivo mettere come rietichettatura, riconfezionamento di cui la Corte di giustizia dell'Unione europea è. Il modo sciatto e disordinato di applicare l'adesivo fondato il pericolo evidente, che i consumatori zurechneten questa gestione dei beni del richiedente, perché l'imputato non ha indicato che i consumatori, gli adesivi sono stati attaccati dai loro. Pertanto i consumatori sceglierebbero circuiti avversi rispetto alla cura, dal richiedente per la produzione-
35
36
37
– 19 –
fornitura di beni usati. Inoltre, il convenuto aveva l'attore non conseguenza di riconfezionare la merce parallelimportierter principi stabiliti dei suoi piani per, previsto per i prodotti della ricorrente con le etichette, informazioni e fornirle non un campione del prodotto riconfezionato.
2. Queste considerazioni valgono revisione della revisione legale non era a tutti gli effetti.
un) La Corte d'Appello aveva ragione di considerarlo nel collo, che una terza parte per tipo. 13 Abs. 2 RMC contro pretese del genere Mar-keninhabers di. 102 Abs. 1, Arte. 9 Abs. 1 Frase 2 Di sicuro. A RMC non può contare su l'esaurimento del diritto di marchio a causa della ridistribuzione delle legalmente distribuito sul mercato interno Wa-ing, quando le merci sono state modificato o alterato. Secondo la giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea riconfezionamento interessato un marchio implica farmaceutica, come l'oggetto specifico del marchio, è l', di garantire l'origine del prodotto con il loro. Un riconfezionamento del prodotto da parte di terzi senza il consenso del proprietario del marchio può creare rischi reali per tale garanzia di provenienza (VGL. Corte di giustizia europea, Sentenza 23. Aprile 2002 C143/00, SLG. 2002, I3759 = GRUR 2002, 879 Rn. 29 Boehringer Ingelheim / Swingward I; Sentenza 26. Aprile 2007 C348/04, SLG. 2007, I3391 = GRUR 2007, 586 Rn. 15, 30 Boehringer Ingelheim / Swingward II). Cade sotto il concetto di riconfezionamento e rietichettatura degli imballaggi (Corte di giustizia europea, Grano 2007, 586 Rn. 28 Boehringer Ingelheim / Swingward II). A questo scopo, anticipa regolarmente già applicando una etichetta con informazioni importanti nella lingua del paese importatore. Un tale cambiamento crea i rischi reali della natura per la garanzia di provenienza del marchio, senza la necessità di prendere in considerazione in questo contesto già, gli effetti reali della parallela-
38
39
– 20 –
lelimporteur fatto azione ha (VGL. Corte di giustizia europea, Grano 2007, 586 Rn. 29 f. Boehringer Ingelheim / Swingward II).
La contraddizione del proprietario del marchio contro la commercializzazione di farmaci riconfezionati da tipo. 13 Abs. 2 GMV, rappresenta una deroga al principio della libera circolazione delle merci, non è accettabile, se l'esercizio di tale diritto da parte del titolare o una restrizione dissimulata nel commercio tra Stati membri ai sensi dell'articolo. 36 Frase 2 Rappresenta TFUE (VGL. Corte di giustizia europea, Grano 2007, 586 Rn. 16 Boehringer Ingel-heim/Swingward II; Sentenza 22. Dicembre 2008 C276/05, SLG. 2008, I10479 = GRUR 2009, 154 Rn. 23 Wellcome / Paranova). Una tale restrizione dissimulata esiste, dove il proprietario attraverso l'esercizio del suo diritto, di opporsi al riconfezionamento, contribuirebbe a compartimentare artificiosamente i mercati tra ex-Stati membri e l'importatore rende le importazioni parallele riconfezionamento, tenendo conto dei legittimi interessi del titolare del marchio. Il proprietario può cambiare dopo, è qualsiasi riconfezionamento di un medicinale che porta il suo marchio collegato e crea essenzialmente un deterioramento dell'originale Consiglio Comunicazione del farmaco, fuorilegge, salvo che, ci sono cinque in Corte di giustizia dell'Unione europea ha sviluppato i prerequisiti esaurimento prima (VGL. Corte di giustizia europea, Sentenza 11. Luglio 1996 C427/93, SLG. 1996, GRUR I3457 = Int. 1996, 1144 Rn. 79 Bristol-Myers Squibb / Paranova; Grano 2007, 586 Rn. 21 Boehringer Ingelheim / swing-ward II, VGL. BGH anche, Sentenza 14. Giugno 2007 I ZR 173/04, Grano 2007, 1075 Rn. 16 = WRP 2007, 1472 Stilnox).
Questi sviluppati per il riconfezionamento dei principi farmaceutici, la Corte di giustizia dell'Unione europea, tuttavia, trasmessa solo in forma modificata sul riconfezionamento di altri prodotti (VGL. Corte di giustizia europea, Sentenza 11. Novembre 1997 C349/95, SLG. 1997, GRUR I6227 = Int. 1998, 145
40
41
– 21 –
Rn. 27, 47 a 50 Loendersloot / Ballantine). Poi l'importatore parallelo nella rietichettatura di un altro prodotto non è tenuto come una droga, di lasciare che il produttore, su richiesta inviare un campione del riconfezionamento del prodotto e, specificare, che ha preso il pre-riconfezionamento, perché gli interessi legittimi del titolare sono già sufficientemente protetti da, che l'importatore parallelo al titolare del marchio informato in anticipo della vendita del prodotto rietichettato (VGL. Corte di giustizia europea, GRUR Int.. 1998, 145 Rn. 49 e 50 Loendersloot / Ballantine).
b) Questi principi, la Corte d'Appello per l'interpretazione della natura. 13 Abs. 2 RMC non sufficientemente rispettato nel caso di specie.
aa) La Corte d'Appello aveva ragione a considerare in contrasto con la revisione di sempre, che l'applicazione di adesivi con un elenco di ingredienti e un riferimento alla data di durata minima del case è adatto, Per giustificare le minacce per la garanzia di provenienza del marchio. È ovvio, quando le etichette sono fissate, che il marchio della ricorrente in tutto o in parte oscurato. È particolarmente disteso, ma anche per il resto, perché l'informa-zioni di legge sono attribuiti alle etichette del richiedente (a seguito marginale. 49).
bb) La Corte d'appello ha giustamente diritto di, che l'esercizio dei diritti del marchio comunitario sarebbe attualmente causa di una compartimentazione artificiale dei mercati, come una distribuzione in Italia, ospitato nel trasporto merci sul mercato interno è consentita solo, se sono conformi alle norme nazionali in materia di etichettatura dei prodotti alimentari. In § 3 Abs. 3, § 7 Abs. 2 LMKV hanno sia un riferimento alla data di durata minima, nonché l'elenco degli ingredienti in tedesco o altra lingua acidi facile comprensione nel senso del § 3 Abs. 3 Frase 2 LMKV ange-
42
43
44
– 22 –
essere introdotto (al marginale superiore. 21 e 23). Come previsto per le merci del mercato italiano non soddisfano questi requisiti, il convenuto può solo dopo l'apposizione di note aggiuntive nelle condizioni del mercato interno portare. Alla rimozione dei numeri di controllo, nella decisione “Loendersloot / Ballantine” di giustizia dell'Unione europea è in connessione con l'isolamento artificioso dei mercati di importanza (GRUR Int.. 1998, 145 Rn. 39 a 43), non importa in discussione.
cc) Le parti non contestano, che la rietichettatura della controversia non è imballaggio adatto, per alterare lo stato originario del prodotto contenuto nella confezione.
dd) Inoltre nessun errore di diritto, la Corte d'Appello ha assunto, le modalità di applicazione dell'etichetta è adattato, a mettere in pericolo la reputazione del marchio e il richiedente (Ordine ha cercato di II 1).
(1) Presentazione inadeguata del prodotto riconfezionato sia atta a nuocere alla reputazione del marchio e del suo titolare. Questo può essere particolarmente il caso, se la confezione è difettoso, è di scarsa qualità o grossolano (VGL. Corte di giustizia europea, GRUR Int.. 1996, 1144 Rn. 76 Bristol-Myers Squibb / Paranova; BGH, Grano 2007, 1075 Rn. 30 Stilnox). La valutazione dei, se uno è in fase di ri-collocati in questo senso, in caso di controversia, è essenzialmente il settore tatrichterlichem. Il giudice d'appello è solo controlli devono essere, se il giudice d'appello ha applicato norme giuridiche erronee nella sua valutazione, violare le leggi del pensiero e dell'esperienza atti o circostanze materiali ha ignorato. Tali errori di diritto non sono evidenti.
45
46
47
– 23 –
(2) La Corte d'Appello aveva ragione di considerarli, che la distinzione sia di etichettatura idonea, la reputazione della querela marchio di influenzare. A titolo di etichettatura è formata per il consumatore medio l'impressione, il richiedente come produttore non attribuiscono importanza a un pacchetto adeguato. Le etichette sono parzialmente sbagliato e state attaccati alla parte stazionaria sulla testa o sul bordo della confezione. Alcune etichette coprire l'insieme o parte del marchio tuta. Causato da l'impressione del modo in cui il richiedente con la loro Wa-zione è dannosa per l'immagine della azione sulla loro reputazione e il marchio di.
Contrariamente al parere del revisore contabile può essere utilizzato per il caso di specie, nulla di diverso dal confronto con i cartellini dei prezzi e hanno Aktionshin-derivato, che di solito sono portati in su confezioni di prodotti da negoziazione. L'informazione contestata sulla composizione e la durata di conservazione del cibo, il traffico sulla produttore relazionarsi-hen, di solito originano dal. I consumatori potranno quindi andare alla ovvia supposizione, il ricorrente stesso ha avuto la merce al fine di porre in Germania in seguito rinominata.
La Corte d'appello si presume inoltre diritto di prendere in considerazione, che la notorietà del marchio della ricorrente è danneggiato da, che ha fatto in copertura autoadesivo del convenuto in tutto o in parte del marchio. È nella misura in, come giustamente rilevato dalla risposta di revisione, non solo la produzione-arrivo, ma riguarda anche la funzione di pubblicità del marchio, nel campo di applicazione di Arte. 9 Abs. 1 Frase 2 Di sicuro. GMV è anche protetta (VGL. Corte di giustizia europea, Sentenza 23. Marzo 2010 C236/08 bis C-238/08, SLG. 2010, I2417 = GRUR 2010, 445 Rn. 75 a 77 Google France und Google; BGH, Sentenza 14. Aprile 2011 I ZR 33/10, Grano 2011, 1135 Rn. 11 = WRP 2011, 1602 GRANDE per tutte le ispezioni).
48
49
50
– 24 –
ee) Non privo di errori di diritto, tuttavia, è l'adozione della Corte d'appello, da un lato, il convenuto è obbligato, da indicare sulle etichette, che ha questo può attaccarsi (Ordine ha cercato di II 2), in secondo luogo, essa fornisce al richiedente, su richiesta, è disponibile una copia campione del prodotto riconfezionato (Ordine ha cercato di II 3). La Corte d'Appello non ha tenuto nel debito conto, come in-, che tale obbligo solo l'importatore parallelo di medicinali, ma non quei colpi, caso di specie, come gli altri prodotti provenienti da Stati membri dell'Unione europea in domestico consente di ripartire. In tal caso, gli interessi legittimi del titolare del marchio sono già protette, in cui l'importatore parallelo al titolare informato in anticipo della vendita dei prodotti rietichettati (VGL. Corte di giustizia europea, GRUR Int.. 1998, 145 Rn. 49 e 50 Loendersloot / Ballantine). Qui, l'importatore parallelo deve informare i proprietari in un modo, che tale permesso, per valutare l'impatto di ri-etichettatura.
Questa scala generosa nella interpretazione della natura. 13 Abs. 2 GMV è anche da osservare nel caso di specie. Anche con la rietichettatura di pasta e sughi pronti sono sufficientemente presi in considerazione i legittimi interessi del titolare del marchio con le informazioni sulla vendita previsto dei prodotti riconfezionati e ri-etichettati.
c) Un riferimento alla Corte di giustizia dell'Unione europea di una pronuncia pregiudiziale per tipo. 267 Abs. 3 TFUE non è iniziata, in contrasto con la revisione. Che i principi modificati di giurisprudenza per il riconfezionamento di prodotti importati parallelamente in questione per la gamma di prodotti sono trasferibili, è ovvio, in modo che non vi è spazio per un ragionevole dubbio e un riferimento alla Corte di giustizia dell'Unione europea non è necessaria (VGL. Corte di giustizia europea, Sentenza 6. Ottobre 1982 C283/81, SLG. 1982, 3415 Rn. 16 = NJW 1983, 1257 C.I.L.F.I.T). La Corte di giustizia dell'Unione europea si applicano i principi di markenrechtli-
51
52
53
– 25 –
settimane di esaurimento e le importazioni parallele di prodotti riconfezionati nel punto di partenza, indipendentemente dal valore dei beni materiali per (VGL. Corte di giustizia europea, GRUR Int.. 1998, 145 Rn. 27 Loendersloot / Ballantine). Ci sono in contrasto con l'ipotesi di revisione è dubbio, che i diritti di un titolare del marchio non è la sola ragione per limitare ulteriormente continua, perché il valore che il marchio e riconfezionato o rietichettato, ciascun prodotto è basso. Anche il proprietario del marchio, identifica il tipo con il suo marchio, ha un legittimo interesse, che è influenzato dal modo di apposizione di etichette né l'origine, né di garantire la reputazione del marchio. Non vi è inoltre alcuna ragione, che tale interesse deve quindi solo ritirarsi, perché come la revisione si intende un esame dei principi giuridici elaborati di riconfezionare rendere l'importazione parallela di cibo a buon mercato sarebbe inutile.
3. Per quanto riguarda la condanna delle pretese di II 1 II e 3 rimane on-mantenuto, a disposizione del richiedente in relazione agli atti di cui al quelle applicazioni del ricorrente ad essere ambita III Indagine esigente sul tipo. 102 Abs. 2 GMV, § 125b Nr. 2, § 19 Trademark, § 242 BGB e l'approccio adottato nella domanda di dichiarazione di risarcimento danni ai sensi dell'articolo IV. 102 Abs. 2 GMV, § 125b Nr. 2, § 14 Abs. 6 Marchio di. La Corte d'Appello aveva ragione di considerarli, che il convenuto ha il diritto di marchio del richiedente colpevolmente.
III. Dopo il verdetto appello dovrebbe essere annullata, in cui il convenuto dopo che l'ordine ha cercato di II 2 e fino a dire il divieto di mancata prestazione di un modello di imballaggio su richiesta del richiedente si spegne dopo che l'ordine ha cercato di II 3 ed è stato condannato dalla esso correlato Klageanträ-zioni III e IV (§ 562 Abs. 1 ZPO). Il Senato può in
54
55
– 26 –
Decidere meriti, perché la materia è matura per la decisione finale (§ 563 Abs. 3 ZPO).
1. Con l'ordine ha cercato di II 2 il richiedente si rivolta contro, che il convenuto abbia adesivo apposto pacchetti, chiarire senza, quale società ha l'etichetta attaccata. Il contributo Klagean di II 3 è diretto verso l'attacco della vignetta in questione, se il convenuto non è prima il richiedente e trasmette un corrispondente modello di imballaggio.
L'ordine ha cercato di II 2 è infondata. Il richiedente è il tipo. 9 Abs. 1 Frase 2 Di sicuro. un, Arte. 102 Abs. 1 GMV-ge alcuna ingiunzione contro l'uso di etichette senza riguardo per la società, che ha spinto l'allegato (dazu Rn. 51). L'ordine ha cercato di II 3 è in parte infondato SE, cioè la misura, si spegne quando il divieto di una mancanza di trasmissione di un modello di imballaggio del richiedente. Questo non può ver-lungo, che viene trasmessa dalla convenuta, un packaging design (dazu Rn. 51).
L'ordine ha cercato di II 3 essere respinto solo in tale misura. Che sia il richiedente il (isolato) Ban arriva in concomitanza con l'Un-terrichtungsverlangen, mostra la domanda subordinata di II 5, il contributo al Klagean II 3 corrisponde alla quantità ora assegnato.
L'azione sulle richieste di II 2 e 3 richieste correlati per informazioni, Determinazione dei danni e, in alternativa, dalla pubblicazione del He-arrivato (Ordine ha cercato di III, IV e V) non sono poi anche sulla base del campo di applicazione della deroga.
56
57
58
59
– 27 –
2. Sulla domanda subordinata di II 4 è di non decidere. Il richiedente ha fatto questo solo nel caso in, che il provvedimento richiesto al II 1 e 2 non saranno accettate. Questa condizione non si è verificata, perché la condanna dopo che l'ordine ha cercato di II 1 Lavoro arretrato.
3. Circa la domanda presentata come una richiesta ausiliaria II 5 Non è altresì trovare. Con tale ricorso la ricorrente chiede, il convenuto di vietare, attaccare l'adesivo in questione, senza che il richiedente del presente documento per impostare in precedenza nel cono-nis. Questa affermazione è una richiesta di abbandonare la causa II 3 incluso e corrisponde alla conclusioni di II 3 mantenuto in periferia.
4. Le richieste ausiliari per il II 6 e 7 e le azioni ad esso correlate sono infondate a III V.
Il ricorrente non può richiedere, che vi verrà inviato un campione di prodotto e indicò l'adesivo per, che ha guidato l'attacco.
60
61
62
63
– 28 –
IV. La decisione sulle spese si basa su § 92 Abs. 1 ZPO.
Bornkamm Buescher Schaffert
Kirchhoff Loeffler
Tribunali di grado inferiore:
LG Düsseldorf, Decisione del 29.07.2010 – 37 Il 9/09 –
OLG Düsseldorf, Decisione del 05.04.2011 – I-20 a 135/10 –

Si prega di valutare